Allen Jones

Artista britannico, tra i pionieri e i più illustri esponenti della Pop art. Negli anni ‘70 conosce Dino Gavina. Diversi furono i progetti e le proposte che l’artista inviò all’amico imprenditore, rimasti perlopiù a livello di prototipo.

Allen Jones (Southampton UK, 1937) è un artista britannico, tra i pionieri e i più illustri esponenti della Pop art. Le sue opere fanno parte di importanti collezioni internazionali, tra cui la Tate Gallery e il Victoria & Albert Museum di Londra, il Museum of Modern Art di New York, il Musée d'Art Moderne di Parigi, l'Hirshhorn Museum and Sculpture Garden di Washington DC, il Museum of 20th-Century Art di Vienna, il Wallraf-Richartz Museum di Colonia, il Moderna Museet di Stoccolma e lo Stedelijk Museum di Amsterdam.

Ha rappresentato il Regno Unito alla Biennale di Parigi nel 1963, dove ha ricevuto il Prix des Jeunes Artistes. Nel 1978-79 si è tenuta una retrospettiva dedicata alle sue opere pittoriche e scultoree presso la Walker Art Gallery (Liverpool) e la Serpentine Gallery (Londra). Nel 1995 presso la Barbican Art Gallery di Londra si è tenuta una retrospettiva dell’intera produzione grafica di Allen Jones. Grazie al patrocinio del British Council, nei tre anni successivi la mostra è stata presentata in diverse sedi in tutto il mondo.

Nel 2007-8 mostre personali del suo lavoro sono state esposte contemporaneamente alla Tate Britain e alla Royal Academy of Arts. Per celebrare il suo 75° compleanno nel 2012, nella grande mostra retrospettiva Off the Wall sono stati esposti dipinti, sculture, stampe e disegni degli ultimi 55 anni della sua carriera. La mostra, itinerante, ha toccato diversi luoghi d’interesse in tutta Europa, per approdare infine in Sud America nel 2015. Nella retrospettiva della Royal Academy of Arts (2014-15) il lavoro di Jones è stato presentato con un approccio tematico, sviluppando connessioni tra i diversi linguaggi adottati dall’artista.

Tra le commissioni: progetti murali di grandi dimensioni per Fogal a Basilea e Zurigo e per due importanti ristoranti londinesi e monumentali sculture in acciaio per London Bridge City, Chelsea and Westminster Hospital, Londra, Taikoo Place a Hong Kong e per la sede della GlaxoSmithKline a Londra. Nel 2006 sono state installate sculture di 10 metri nei parchi Yuzi Paradise Sculpture a Shanghai e a Guilin, in Cina. Due grandi opere sono state acquisite dalla città di St. Louis, USA e dalla Fondazione Barada di Lisbona. Nel 2019 Allen Jones è stato coinvolto in un progetto di arte pubblica per la penisola di Greenwich, dove è stata installata una monumentale scultura in acciaio verniciato. Nel 2008 una scultura su larga scala in 5 moduli è stata commissionata da Chatsworth nel Derbyshire, e un elemento sospeso è stato installato presso la sede di Allen & Overy a Spitalfields in un edificio progettato da Foster & Partners. Numerose anche le commissioni private per la realizzazione di sculture nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Ha collaborato con il Royal Ballet e il Ballet Rambert in Inghilterra, con la West Deutsche Television a Colonia e con la Thames Television nel Regno Unito. In ambito editoriale si è dedicato alla realizzazione grafica di tre libri, e sono state pubblicate diverse monografie sul suo lavoro.

Allen Jones è stato eletto Royal Academician nel 1986 ed è stato Trustee del British Museum dal 1990 al 1999. Nel 2007 gli è stato conferito il titolo ad honorem di Dottore in Arti presso la Southampton Solent University.

Negli anni ‘70 Allen Jones conosce l’imprenditore bolognese Dino Gavina, con il quale inizia un rapporto di amicizia. Diversi furono i progetti e le proposte che l’artista inviò all’amico, rimasti perlopiù a livello di prototipo. Nel nuovo corso di Paradisoterrestre la collaborazione con Allen Jones finalmente si concretizza con il paravento Shoe screen (2022).

*Ritratto ph. Jill Kennington

Prodotti correlati